domenica 4 aprile 2010

Saper comunicare, il futuro dell'Umanità

Ciao :-)
Eccomi qua da solo in casa nel giorno di Pasqua a scrivere il nuovo post… il che la dice lunga su come sono messo con i miei impegni di lavoro… comunque Buona Pasqua anche se ormai è alla fine ;-).
Mercoledì vado finalmente in vacanza in Francia, e quindi non mi rimane altro tempo che oggi per scrivere il nuovo articolo.

Nel sondaggio che ho fatto nell’ultimo post sugli Angeli è emerso che volete che vi parli dell’energie/entità che “amano ciò che non è amore”, ma prima di iniziare questo nuovo filone sento che devo riprendere il tema della Comunicazione!
Anche perché non voglio perdere l’impronta principale di questo Blog, ovvero quella psicologica…

Su questo importantissimo argomento ho già scritto altri due post: “perché le donne parlano molto” del 2008, e “comunicare: il segreto della parola” del 2009.

Bene, iniziamo da una constatazione fondamentale: gli uomini e le donne sono esseri sociali, quindi non è possibile non comunicare!
Il problema è cosa comunichiamo, come lo facciamo e se (nelle nostre conversazioni) riusciamo realmente a comunicare ciò che vogliamo!


Seconda base di partenza del mio discorso; la parola è una bel modo di comunicare! Mi spiego meglio… esistono razze Aliene ed Entità, come gli stessi Angeli, che comunicano in un'altra maniera… con la Telepatia o con fenomeni come il Channeling o il Walk-In, ma io resto della mia idea che la parola è bella!
Sono forme di comunicazione che conosco e ammiro, ma per me parlare e sentire la voce dell’altro, in tutte le sue differenze e modalità espressive diverse, rimane ancora un fenomeno affascinante… fino ad arrivare alla bellezza del canto che si mischia alla musica, bellissimo! :-)

Certo dipende tutto da cosa uno comunica… ieri sera per esempio, come ormai quasi tutti i sabato sera :-/, ci sono stati degli ubriaconi che si sono messi a litigare nella strada sotto camera mia.
Anche se con le finestre chiuse, quindi sentivo le voci lontane, la vibrazione di quei suoni era così brutta che ho dovuto mettere su un cd di musica tranquilla per coprirlo… e lo stesso discorso vale per tutti i rumori molesti che invadono le nostre città.
Ormai anche la scienza ufficiale sta comprendendo l’importanza dell’inquinamento acustico nelle nostre vite.

Credo che siamo tutti d’accordo nel dire che i tempi e la società in cui viviamo siano molto avanzati nei mezzi di comunicazione ma sempre più difficili nella manifestazione della comunicazione stessa!

Se ci rifletti questo è un paradosso incredibile :-0!?

Ormai giriamo per strada e sentiamo tante lingue diverse che non comprendiamo, e che di conseguenza non ci aiuta ad integrarci con gli altri.
Anche chi parla la stessa lingua riusciamo a comunicare solo attraverso un piccolissima percentuale delle parole che abbiamo espresso nella conversazione.
La maggioranza delle parole che esprimiamo in un discorso non comunicano niente in verità, ma servono per sfogare le nostre energie in eccesso o succhiare le energie da gli altri!
Comprendere questo è una importante consapevolezza.
Tra un po lo spiego meglio…

I problemi di comunicazione che noi abbiamo coinvolgo tutti gli aspetti della nostra vita; 1)quello Interiore 2)quello sociale 3)quello spirituale.

Aspetto Interiore della comunicazione:
Spesso una persona che non sa comunicare, ha diversi traumi che hanno creato questo blocco dentro di lui/lei, senza contare che noi siamo figli di una generazione di padri e madri che raramente ci hanno insegnato come comunicare con gli altri..!
Se poi guardiamo i modelli sociali (tv, mass media ecc..) che ci hanno condizionato, Dio ci aiuti…
L’altro aspetto Interiore molto importante che dobbiamo osservare è che spesso (usando la terminologia del Voice Dialogue), il Sé Interiore che comunica, non è lo stesso che ha pensato ciò che vuole comunicare!

Per esempio, quante volte la tua Bambina Bisognosa si è espressa attraverso di te e ha detto qualcosa di diverso che avresti voluto dire al tuo compagno..? Oppure, quante volte presa dalla rabbia hai detto cose che non avesti voluto dire..?
Riflettici e vedrai che è così ;-)
La vera comunicazione può avvenire solo quando c’è connessione e centratura in se stessi.
Per arrivare a questo livello, la prima cosa è quella di imparare ad ascoltarsi, quindi ascoltare bene ogni Sé Interiore che parla dentro di noi, e osservare quale si esprime fuori… cioè “chi sta parlando veramente nel momento della tua comunicazione”!

Aspetto Sociale della comunicazione:

Quante guerre e tensioni sociali ci sono in questo momento tra Esseri Umani?
Troppe di sicuro! :-(
Perché secondo te? Sempre per motivi di avidità, potere, ricchezza, religione ecc… ma tutto questo è alimentato dalla non comunicazione tra le parti.

Comunicare significa innanzitutto imparare ad ascoltare.
Ascoltare e Comunicare sono i due “archetipi” che generano l’Empatia.
Senza Empatia verso l’altro, il male vince!

La mancanza di Empatia, ovvero l’incapacità di vedere, ascoltare, rispettare “l’altro da te”, chiude la connessione con il proprio cuore e quindi lascia liberi i demoni che abbiamo dentro…

Al processo dei Nazisti a Norimberga (20 novembre 1945- 1 ottobre 1946) lo psichiatra americano a cui fu chiesto di definire come i nazisti avevano potuto commettere tali atrocità, rispose alla fine di tutti gli interrogatori, che il male che avevano commesso i nazisti era figlio dell’obbedienza cieca a una “causa superiore” e della totale mancanza di empatia che i tedeschi avevano nei confronti degli altri esseri umani.
Prova a fare il paragone con tutti gli integralisti che ci sono al mondo, e vedrai che il male si manifesta dentro di noi sempre attraverso le stesse vie e gli stessi difetti.
Quindi pensa a cosa possono comunicare le persone che “parlano con le mani”, e come questo significhi che si sia già perso il livello dell’ascolto e dell’empatia con l’altro.

Imparare ad ascoltare e a comunicare non è solo un problema interiore, ma un problema sociale di rilevanza mondiale!
E’ un gradino fondamentale dell’Evoluzione Umana su questo pianeta e in questo “piano di Esistenza”.


Aspetto Spirituale della comunicazione:
In tutte le culture antiche, e sottolineo tutte, ci sono storie sui Vampiri o persone che si nutrono dell’energia/sangue delle altre persone!
E’ un Archetipo interessante se lo osservi dal punto di visto Antropologico, e secondo me si riferisce al meccanismo inconscio insito in ogni Essere Umano, cioè quello di succhiare l’energia dalle altre persone.
Noi siamo, incosciamente, tutti dei potenziali Vampiri Energetici…e siamo anche noi stessi costantemente vampirizzati dalle altre persone e da altre Entità!
Per quanto riguarda le altre entità, ne parlerò nel Post specifico sull’argomento “coloro che amano ciò che non è amore”… qui vorrei invece parlare di questo meccanismo tra le persone.

Negli altri post ho già parlato del fatto che le donne quando parlano producano Serotonina, che è un neurotrasmettitore del sistema nervoso centrale e svolge un ruolo importante nella regolazione dell'umore, del sonno, della temperatura corporea, dell'appetito e persino della sessualità!
Quindi le donne soprattutto hanno bisogno di parlare per scaricare le troppe tensioni emotive… ma spesso anche molti uomini che hanno un lato femminile manifesto.
Tutto quello che noi conosciamo come tensione, emozione ecc… e che viene manifestato da un eccesso o carenza ormonale, in realtà è energia!
E l’energia segue il pensiero, che è manifestazione della parola.


Quindi le persone (non solo le donne) quando parlano troppo, “scaricano” letteralmente l’energia negativa che hanno accumulato nella propria vita sull’altra persona, liberandosene.
Questo succede quasi sempre tra le persone creando un meccanismo comunicativo/energetico sbagliato, perché così ogni individuo si carica di energia negativa “donatali” da un'altra persona, che a sua volta “regalerà” ad altre persone!
In pratica ci passiamo “nettezza energetica” tutto il giorno, e quasi con tutte le persone :-/.

Poi ci stupiamo perché le persone tornano a casa stressate e stravolte dalla giornata… mettendoci anche tutte le altre forme di inquinamento a cui siamo sottoposti e siamo a posto :-(.

Poi c’è anche un altro meccanismo energetico importate su cui riflettere… ci sono persone che incosciamente, ma a volte anche a livello cosciente, “succhiano” letteralmente l’energia vitale dalle altre persone!
Ti sei mai trovata in una situazione in cui dovevi parlare davanti ad una persona, e dopo che hai finito la conversazione ti sentita stanca e svuotata..?!
Ecco, in realtà in quella discussione l’altra persona usando la parola, anzi tante parole… ha succhiato la tua energia!
Questo dinamica è comune tra gli esseri umani e negli anni di lavoro con le altre persone mi è capitato molte volte di dover far rendere conto ad una persona, normalmente in buona fede e ignara di questo suo meccanismo inconscio, di come parlando (non comunicando) con il suo partner, figli ecc… attuasse questa dinamica di “vampirizzazione” dell’energia altrui.
Spesso la persona vampirizzata reagisce con moti inconsci di nervosismo verso l’altra persona… e spesso anche sentendo una non razionale impressione di antipatia verso una persona appena o poco conosciuta.

Ti ricordo però di come noi Occidentali abbiamo la possibilità di fare un lavoro Interiore su noi stessi mai come prima… e che abbiamo
tantissime Terapie e Terapeuti a nostra disposizione per osservare/conoscer/sciogliere i nostri meccanismi inconsci che condizionano la nostra vita!

Bene, per oggi direi che ti ho donato diversi spunti su cui riflettere e mi ci vorrà tutto un altro post per offrirti anche qualche buon consiglio… quindi il prossimo che scriverò, non prima del 20 Aprile però, sarà tutto dedicato alle soluzioni per ritrovare una buona comunicazione!
Ciao, un abbraccio dal cuore :-)
Simone.

P.S: ricordati che puoi lasciare i tuoi commenti qui sotto ;-)

P.P.S: il 17/18 Aprile e il 1/2 Maggio terrò a Modena il mio corso sulla Cartomanzia Evolutiva.
E’ un corso stupendo a numero chiuso (max 8 persone), e ci sono rimasti solo 2 posti disponibili… se ti può interessare e desideri informazioni, contattami privatamente rispondendo all’email che ti è arrivata.

28 commenti:

  1. ciao Simone, sono MariaRita, (ci siamo conosciuti alla fine di marzo a Roma con M.fratini)condivido quanto scrivi ..ma oggi è difficile...parli di comunicare .. di empatia , mi viene spontanea la domanda : dove vivi ? anzi dove viviamo ? non c'è<tempo per nulla , figurati per ascoltare.. al limite si sente solo cio che fa piu comodo. nessuno si ferma ..o pochi... ma il 25 pv ci sei o no ?

    RispondiElimina
  2. Ciao MariaRita e benvenuta nel Blog :-)

    Difficile non signfica impossibile... e credo che non abbiamo altra scelta, oltre a quello di cambiare stile di vita/comunicazione sia come individui che come società!

    Io ho addirittura già comprato il biglietto del treno per Roma, ma l'organizzazione del gruppo è in mano a Claudia e Massimo... secondo me da domani inizieranno a telefonarvi.

    Ciao, un abbraccio dal cuore.
    Simone :-)

    RispondiElimina
  3. Ciao Simone e buona Pasqua: anche se la giornata è trascorsa, buon passaggio ad un nuovo Simone, ancora migliore. Bella invenzione, la primavera. Non ti ammazzare di lavoro. Ieri ho riletto alcuni tuoi post e interventi sul blog dopo alcuni mesi, hanno sempre qualcosa di nuovo da dare, alla luce di altre esperienze fatte e consapevolezze raggiunte. La penso come te riguardo alla comunicazione, come l'aspetto portante delle relazioni umane future. Ti ringrazio ancora una volta per tutto ciò che condividi con noi.

    RispondiElimina
  4. gabriella dotti5 aprile 2010 07:25

    caro simone il tuo post è bellissimo e fa riflettere . quando vengo a casa da fare la nonna sono talmente sfinita e stanca in modo terribile e quando sono con mia nipote in casa non è che lavori più di tanto .ciao carissimo ti voglio un sacco di bene e sei bravissimo e grazie delle Costellazioni famigliari lella

    RispondiElimina
  5. CIAO SIMONE,
    HO APPENA LETTO IL TUO POST. Ho sempre pensato che molti problemi nascano dalla cattiva comunicazione tra le persone!!!!. Mi è capitato di sentirmi stanca quando parlavo con persone nervose che" parlavano a raffica"( io uso questo termine non so se mi spiego!), e ho notato che dopo avevo bisogno di mangiare o qualcosa di salato o qualcosa di dolce...... Tu cosa ne pensi?. Non vedo l'ora di leggere il prossimo post!. Un saluto, da Anna.

    RispondiElimina
  6. Caro Simone, tutto quello che dici sulla comunicazione mi risuona profondamente. La Parola ha un potere enorme, non ci immaginiamo neanche quanto sia grande. Non per niente la Creazione nella Bibbia inizia proprio con la Parola "In principio era il Verbo". Persino questi episodi di vampirismo energetico di cui parli, esperienze che ciascuno di noi, più o meno inconsapevolmente ha fatto e fa nella propria vita, testimoniano dell'immenso potere insito nella parola, Che ovviamente può essere usato a fin di bene o viceversa. Ma quello che a me sconvolge più di tutto in verità è proprio quanto nella nostra società, nei nostri tempi, si attribuisca poco valore alla parola. Una volta esisteva l'espressione "Uomo di parola", e penso che nei tempi passati la parola avesse molto più valore. Forse perchè esistevano meno parole, oggi siamo bombardati da parole, in tutte le salse,e così abbiamo cominciato a non dargli più valore. Quante volte mi è capitato di imbattermi in persone che non mantengono la propria parola. Più che per il senso di essere stata "bidonata" l'amarezza mi viene per il vedere che ormai non si dà credibilità più neppure alla propria parola, e dunque a se stessi. Basti ascoltare le parole dei politici, totalmente avulse dalla realtà e dal sentire di chi le pronuncia.
    Immagino che questo abbia conseguenze energetiche nefaste, se la parola crea, la parola falsa crea il mondo di finzione che ben conosciamo. Forse il primo esercizio per creare un Mondo Nuovo sarebbe proprio far uscire dalla nostra bocca solo le parole che sono per noi Verità.
    Un forte abbraccio
    Anna

    RispondiElimina
  7. Ciao Simone. Mi sento tanto riflessa nel post. Appunto, io so ascoltare e mi piace, le persone a volte si sfogano con me. Ma, quando me si chiede qualche opinione su qualche discorso, ho molti problemi per parlarne: mi si fa un vuoto nella testa e non so perchè, intreccio le parole, me si mescolano con lo spagnolo, e anche ho la impressione de che quando parlo annoio le persone perche quella che mi ascolta ad un tratto commincia a parlare delle sue cose, allora mi stò zitta e non parlo più, (tanto non mi ascolta nessuno..mi dico io...).
    Buona Pasqua e Pasquetta anche in ritardo, e buone vacanze!!!

    RispondiElimina
  8. Ciao Arianna :-)

    Ormai con il lavoro sono alla fine, nel senso che ormai mercoledì vado in vacanza e mi riprenderò!

    Ogni tanto anche io vado a rileggere alcune cose che ho scritto nei post e mi rendo conto che in realtà spesso non me le ricordo perchè magari avevo un po canalizzato...

    Ciao, un abbraccio dal cuore ;-)
    Simone

    RispondiElimina
  9. Ciao Anna :-)

    In effetti mangiare è uno dei modi più veloci che abbiamo per riprenderci..!
    Che sia salato o dolce dipende da quale carenza fisica ti è rimasta dall'energia che ti è stata "succhiata"...

    Ciao, un abbraccio dal cuore ;-)
    Simone

    RispondiElimina
  10. Ciao Anna :-)

    Purtroppo ti do pienamente ragione in quello che dici e aggiungerei che si è anche perso il "senso dell'onore" :-/
    Il discorso sui politici non lo faccio neanche altrimenti mi fanno chiudere il Blog...

    Ciao, un abbraccio dal cuore ;-)
    Simone.

    RispondiElimina
  11. Ciao Beatriz :-)

    Non sono convinto che vada bene questa tua dinamica comunicativa :-0!?
    Comunque nel prossimo post vi darò dei buoni consigli ;-)

    Ciao, un abbraccio dal cuore.
    Simone

    RispondiElimina
  12. A me è capitato parecchie volte di essere "vampirizzata". Infatti dopo 1 giornata di lavoro passata sia a rapportarmi con i colleghi sia con le Società ed altre persone con cui parlo al telefono, a fine giornata, mi ritrovo completamente distrutta, e senza energia.
    Ti chiedo come posso difendermi, altrimenti rischio di non avere neanche la forza di andare in palestra o di preparare la cena. Che fare? Hai un rimedio efficace. Come ci si scherma in questi casi? Bisogna diventare asociali?

    RispondiElimina
  13. Ciao Dany e benvenuta nel Blog :-)

    Le soluzioni, o almeno alcune soluzioni... le darò nel prox post! Anche perchè finalmente domani mattina parto le ferie in Francia dalla mia ragazza e per una settimana non ci sono per nessuno!

    Ciao, un abbraccio dal cuore ;-)
    Simone

    RispondiElimina
  14. grazie x i tuoi sempre interessantissimi post simone ;-)
    tanti auguri passati e buone vacanze,
    catya
    :-)

    RispondiElimina
  15. Ciao Catya :-)

    Grazie degli auguri e del tuo commento!
    Un abbraccio dal cuore ;-)
    Simone

    RispondiElimina
  16. Ciao Simone! Condivido pienamente ...ma non è così facile!... Pensavo a chi come me lavora in ospedale quante possibilità ha nel quotidiano di essere "vampirizzato"!:)..hai qualche suggerimento tecnico? Grazie ancora!Chicca.

    RispondiElimina
  17. Ciao Simone , grazie a Stefano ho scoperto finalmente il tuo blog !!!
    Ti auguro tanta felicità !!!
    Tanti Baci ed abbracci !!!
    Buona Pasqua ... seppur in netto ritardo
    Ciao Grande e bon Voyage ... cherchez la femme ...
    Un tuo vecchio amico , dai tempi del Tenax e del Backdoors .
    Kristian

    RispondiElimina
  18. Ciao Cristian, che bella sorpresa :-)
    Benvenuto nel mio Blog... hai letto come scrivo bene ;-)

    Adesso sono ancora a Bordeaux e torno mercoledì sera. Hai visto il quadro con il mio ritratto alla mostra a Sesto?
    Un abbraccio, Simone.

    RispondiElimina
  19. Caro Simone,
    ho appena riletto il tuo bellissimo post.

    La comunicazione è proprio importantissima.
    Tante volte mi sono accorta che le mie parole venivano fraintese specialmente in famiglia con marito e figli...
    E quando i bambini parlano chiedo loro di ripetere perchè non sempre è evidente cogliere il significato da loro dato e a cosa si riferiscono :-)

    Dopo aver letto i libri di John Gray mi rendo conto di quanto siano differenti i modi di comunicare ed intendere di uomini e donne. Per far passare il messaggio corretto con le giuste parole ci vuole centratura ed allenamento :-)

    La parola può guarire ma anche "uccidere", non ho dubbi al riguardo.

    Da qualche parte ho letto una bella frase che suonava pressapoco così:
    "Se non hai nulla di positivo, utile e amorevole da dire, taci" :-))

    Mentre la mia cara nonna mi diceva:
    "Chi mal capisce, peggio risponde!"

    E quindi ben venga un'educazione all'uso della parola empatica.

    Attendo con gioia la continuazione :-))
    Un abbraccio e a presto!
    Nelly

    PS. le persone vampirizzanti le ho escluse da tempo :-)))

    RispondiElimina
  20. Ciao Nelly :-)

    Grazie di essere passata dal Blog e del tuo bellissimo commento!
    Il nuovo Post dovrei scriverlo verso mercoledì prossimo perchè domani parto a Roma per tenere uno dei miei gruppi...

    Un abbraccio dal cuore ;-)
    Simone

    RispondiElimina
  21. ed invece l'altro giorno mi son trovato in cima alla montagna senza vento ad ascoltare il silenzio... un po' di rumore di sorgente dalla valle in verità arrivava, ma il silenzio era il suono principale (ho fatto un bel casino di parole eh??!).. che bellezza!
    grazie all'amico vulcano non c'erano nemmeno aerei a zonzo..
    ed ora uno spunto..
    i miei esperti di communications mi dicono che se sei a fare una presentazione o a parlare di fronte ad 1 o + persone che non ti conoscono, il come ti presenti (atteggiamento, vestiario e soprattutto postura) incide in quello che dirai per + della metà, poi ci sarà il come lo dici (tono della voce, sguardo, accenti ect..) ed infine credo per il 10% le parole usate.
    Quindi se quando parlate e qualcuno non vi capisce.. tranquilli è normale! se un passaggio è importante o lo ripetete o trovate il modo di farlo dire all'interlocutore (così pensa di essere anche ganzo e di aver capito!)
    vabbè io sono un po' merdina dentro, ma mi disegnano così!
    passiamo alla culinaria...
    i vampiri vanno cotti al sangue, son meglio bolliti o allo spiedo??
    ciao ciao!!
    Shiva!

    RispondiElimina
  22. Ciao Shiva :-)

    Grazie del tuo commento..! io sto rispondendo a mezzanotte passata e sono cotto, ma cosa c'entrano i vampiri :-0?

    Comunque ti mando un abbraccio dal cuore...
    Simone ;-)

    RispondiElimina
  23. Grande Shiva!! ho proprio riso al tuo "se quando parlate e qualcuno non vi capisce.. .tranquilli è normale!"... a parte gli scherzi quello che trasmettiamo energeticamente è forse il piu difficile da controllare perchè con quello non possiamo mentire perchè trasmette quello che siamo veramente, che lo vogliamo o no. Per influire su questo bisogna andare a lavorare in profondità, non su "tecniche" esterne di comunicazione che ormai sono stranoiose perchè tutti le sanno, ma sul empowerment personale...
    Un caro saluto a tutti

    RispondiElimina
  24. Ciao Isabelle :-)

    Bel commento, brava!
    Sono perfettamente d'accordo...
    Entro oggi dovrei finire il nuovo post, preparatevi perchè sarà una bomba! ;-)

    Un superabbraccio dal mio cuore per te!
    Simone

    RispondiElimina
  25. Ciao Simone ti seguo sempre con tanto interesse anche se oggi e´la prima volta che ti scrivo,pero´mi piacerebbe sapere la tua opinione al riguardo di una mia collega (o forse dovrei dire strega)in particolare,premetto che per me e´sempre stato una disgrazia lavorare con le donne proprio perche´sembra di stare all´asilo o forse anche peggio,pero´la maggior parte delle volte mantenevo la distanza e il problema era risolto.Ma questa volta no,nonostante tutto che me ne sto´per i fatti miei mi viene ogni volta a punzecchiare e lo fa´con malignita´,io ho cercato tante volte di fargli capire che volevo essere lasciato in pace
    soltanto che in qualunque modo faccio sbaglio magari provo a dirglielo con le buone oppure mi sto´zitto e continua inesorabilmente,se poi invece gli rispondo male e si offende ormai e´da un anno e mezzo che va´avanti sta´storia e a dire la verita´la mia pazienza sta´esaurendo,non riesco davvero a capire perche´ si accanisce contro di me in fondo il mio stile di vita e´come dice un proverbio"vivi e lascia vivere" e chi mi conosce lo sa´che non vado rompendo le scatole al prossimo, e lei e´anche il tipo che quando parla non comunica ma sembra come le cascate del niagara pare che le vomita le parole.
    Forse e´come dici tu su questo post ha a che fare con l´effetto del vampirismo oppure quale altra ragione ci potrebbe essere....
    un caro saluto
    Emanuele

    RispondiElimina
  26. Ciao Emanuele e grazie del tuo commento :-)

    Scusami ma di solito non scrivo consigli personali nel Blog perchè ogni caso è un caso a parte e meriterebbe un attenzione e una risposta specifica, che non posso dare perchè è difficle comprendere veramente una Dinamica di Vincolo tra due persone...

    Queelo che mi viene da dirti è che magari potresti parlarne più dal "centro", ciò provare a spiegarli la tua posizione senza opporti a lei energeticamente... e mandare un po di energia positiva alla sua Bambina Vulnerabile, che sta dietro alla sua "strega", come l'hai chiamata tu.

    Ciao, un abbraccio dal cuore ;-)
    Simone

    RispondiElimina
  27. Ciao Simone hai ragione scusa infatti ci avevo pensato anche io col senno del dopo che la mia domanda poteva essere un po´troppo personale comunque grazie che hai trovato il tempo di rispondermi,un abbraccio anche da parte mia,ciao
    Emanuele

    RispondiElimina
  28. Tranquillo Emanuele ;-)

    Un abbraccio, Simone.

    RispondiElimina